LIBRARY FULL RECORD

Biblioteca del Centro Studi, Documentazione e Ricerche del Gruppo Abele Onlus

Code: TO103    ICCU code: TO0327   
Data last updated on 2015
CONTACTS
Tel. 0113841050 Fax 0113841055 Email biblioteca@gruppoabele.org
Address
C.so Trapani, 91/B - 10141 Torino
Web site
http://centrostudi.gruppoabele.org
Staff
Director: Dott.ssa Daniela Zardo Technical manager: Dott. Calogero Sciarrino Employees: 2
Archive holdings
Books: 17500 ACNP periodicals: 542, referred active: 78
TIMETABLE
monday:
chiuso    
tuesday:
9:00-18:00        
wednesday:
9:00-12:30        
thursday:
9:00-18:00        
friday:
chiuso    
saturdat:
9:00-12:30        
sunday:
chiuso    
Time notes: Lunedì e venerdì CHIUSO. Per aggiornamenti su eventuali chiusure/aperture straordinarie consultare sempre il sito
SERVICES
Enabled services: It adheres to sbn; Reading seats: 30; Public terminals: 5; Services available: Photocopies; Available media: cd-rom;
DOCUMENT DELIVERY
Il costo di ogni singola fotocopia è di euro 0,16 (iva compresa). A tale importo vengono aggiunte 5 euro (iva compresa) come spese fisse di segreteria (indipendentemente dal numero di fotocopie richieste) e le spese di spedizione. Normalmente le fotocopie vengono inviate in contrassegno e l'importo è fatturato (per tale motivo è necessario segnalare nella richiesta il codice fiscale o la partita iva del richiedente. Le richieste possono essere effettuate tramite e-mail, fax, lettera o telefono.
CONSULTATION AND LOAN
Consultation is available for: teachers; researchers; undergraduates; faculty students; university student; external users; Loan is available for: teachers; researchers; undergraduates; faculty students; university student; external users;
Regulation
Regolamento 1. Denominazione e finalità: La Biblioteca del Centro Studi, Documentazione e Ricerche dell'Associazione Gruppo Abele onlus, situata in Torino, corso Trapani 95, è una biblioteca specializzata nel settore delle tematiche sociali (quali le problematiche giovanili, l'immigrazione, le droghe e le dipendenze, il carcere, i minori, la prostituzione, l'Aids, i servizi e le professioni sociali). Essa non solo ha lo scopo di acquisire, conservare e mettere a disposizione del pubblico il materiale bibliografico e documentario necessario all'attività di studio e di ricerca nell'ambito dei temi sopra indicati, ma si pone come centro di servizi e di riferimento bibliografico per un'utenza di operatori sociali, ricercatori e studenti. Materiali della Biblioteca sono monografie, periodici italiani e stranieri, tesi di laurea, rassegne stampa, documentazione grigia, CD-Rom, strumenti di ricerca bibliografica informatizzata e attrezzature connesse al funzionamento. 2. Organizzazione interna: La direzione della Biblioteca è affidata al responsabile del Centro Studi, Documentazione e Ricerche, il quale risponde dell'andamento della Biblioteca al responsabile del Coordinamento Culturale dell'Associazione Gruppo Abele, il quale a sua volta risponde al Consiglio di Amministrazione dell'Associazione. Il direttore della Biblioteca concorda con il responsabile del Coordinamento Culturale gli orari d'apertura e di presenza del personale. Inoltre formula le linee gestionali generali, cura l'efficienza e la funzionalità del servizio, decide le nuove acquisizioni in base al budget e alle indicazioni dei documentalisti, cura i rapporti con il personale assegnato in biblioteca, ne coordina il lavoro e assegna loro le mansioni. Riferisce con regolarità al responsabile del Coordinamento Culturale anche sui dati statistici di fruizione da parte dell'utenza. 3. Accesso: Sono ammessi alla Biblioteca tutti coloro che, per motivi di studio e di ricerca, ma anche di interesse personale, desiderano consultare il materiale bibliografico posseduto. Una volta entrati in Biblioteca, gli utenti hanno l'obbligo di depositare borse, cartelle e altri oggetti non strettamente necessari alla consultazione negli appositi armadietti. I lettori devono evitare di turbare la quiete della sala. Non è consentito entrare o trattenersi in biblioteca per ragioni estranee alla consultazione e allo studio. A tutti gli utenti è rigorosamente vietato: - fumare in qualsiasi ambiente della Biblioteca e consumarvi cibi e bevande; - fare segni o scrivere sui materiali della Biblioteca; - fare segni, scrivere e danneggiare i locali, i tavoli e le suppellettili della Biblioteca; - qualsiasi comportamento contrario alle norme del vivere civile. L'orario di apertura (affisso all'ingresso della biblioteca) è il seguente: - lunedì e mercoledì: chiuso - martedì e giovedì: dalle 9:00 alle 18:00 - venerdì e sabato: dalle 9:00 alle 12:30 L'apertura della biblioteca, con i servizi di consultazione, lettura e prestito libri, è garantita tutto l'anno, fatta eccezione per la settimana delle festività natalizie (24 dicembre/1 gennaio) e quella di ferragosto. Chiusure anticipate, chiusure per attività di manutenzione ordinaria e straordinaria, modifiche all'orario, sospensioni del servizio per qualsiasi motivazione vengono comunicate in congruo anticipo con affissione all'ingresso della biblioteca. 4. Ricerca bibliografica, consultazione e lettura: La Biblioteca ha in dotazione un catalogo informatizzato, gestito da un software che permette ricerche in campo libero, per soggetto, autore, titolo, data di pubblicazione e per qualsiasi altro campo della scheda bibliografica utilizzata per la catalogazione dei diversi materiali. Gli addetti alla biblioteca, in base alle richieste dell'utente, sono incaricati di impostare a terminale la ricerca sul database bibliografico e di addestrare l'utente alla visualizzazione del risultato, quindi l'utente esamina autonomamente le schede bibliografiche e scrive su un apposito modulo i riferimenti del materiale che desidera consultare. Tutto il materiale viene distribuito dagli addetti e da essi riposto a fine consultazione. Ogni lettore, prima di uscire dalla biblioteca, è obbligato alla restituzione delle opere ricevute in consegna, ad esclusione degli eventuali libri presi in prestito. La distribuzione del materiale avrà termine 15 minuti prima dell'orario di chiusura della Biblioteca. I servizi di accesso, ricerca bibliografica e consultazione sono gratuiti. 5. Prestito libri: (Regolamento redatto in base al DPR 5 luglio 1995, n. 417) L'utente che accede al servizio prestiti è invitato a prendere visione e a firmare per accettazione il seguente regolamento. 5.1 Prestito diretto: Per accedere al prestito è necessario esibire un documento di riconoscimento per la registrazione dei propri dati personali. Ai richiedenti il servizio di prestito é rilasciata - dietro pagamento della somma di 20 Euro - una tessera nominativa, da presentarsi ad ogni successiva richiesta. La tessera ha validità annuale ed é rinnovabile alla scadenza. 5.2 Obblighi dell'utente: L'utente del servizio di prestito é tenuto a comunicare immediatamente eventuali cambi di residenza o domicilio, o di numero telefonico. È vietato all'utente prestare ad altri i libri ricevuti in prestito. Chi riceve libri in prestito si impegna a conservarli con cura e a restituirli nello stato in cui li ha ricevuti, entro il tempo stabilito, senza danneggiamenti né sottolineature in penna o a matita. Chi trasgredisce le norme di cui sopra é sospeso o escluso dal servizio di prestito, secondo le modalità di cui al successivo art. 4.7. 5.3 Oggetto del servizio: Oggetto del servizio di prestito é il patrimonio librario della biblioteca. Sono esclusi dal prestito: i periodici, le tesi di laurea, i dizionari, la documentazione grigia, i CD-Rom e tutte quelle opere che - a giudizio del responsabile - non devono uscire dalla biblioteca. 5.4 Modalità del servizio: Il prestito diretto si richiede agli addetti alla biblioteca, i quali compilano l'apposita scheda su terminale. A ciascun utente non si possono dare in prestito contemporaneamente più di tre volumi. 5.5 Garanzie e tutela del materiale: L'addetto al servizio prestito deve controllare l'integrità e lo stato di conservazione del volume. Tali elementi, unitamente alle mancanze ed ai guasti eventualmente riscontrati - che non incidano sulla conservazione del documento richiesto e ne consentano quindi il prestito - vanno fatti rilevare agli utenti individuali. 5.6 Durata del prestito: Il prestito ha la durata massima di ventuno giorni (tre settimane). In caso di reale necessità ed in assenza di altre richieste urgenti da parte di terzi, il prestito può essere prolungato per un massimo di altri ventuno giorni. La restituzione dei libri può essere effettuata anche da persona diversa dal titolare del prestito, se da questi incaricata, oppure per via postale. 5.7 Penali: All'utente che non restituisca puntualmente il libro ricevuto in prestito, é rivolto, a mezzo di raccomandata con avviso di ricevimento, l'invito a restituirlo entro 20 giorni dalla data di invio del sollecito. Al tempo stesso l'utente é escluso dal servizio di prestito fino a restituzione avvenuta. Se i libri presi in prestito non vengono restituiti nei termini fissati, la Biblioteca è autorizzata ad esigere dall'autore del danno un risarcimento, consistente nel pagamento dei volumi non restituiti al loro corrente valore di copertina. Nel caso di volumi non più in commercio, il loro valore di copertina sarà raddoppiato. Nel caso in cui i ritardi nella restituzione si ripetessero più volte, è discrezione del responsabile della biblioteca sospendere l'utente dal servizio prestiti. 6. Riproduzioni: La riproduzione del materiale posseduto dalla biblioteca è possibile nel rispetto delle vigenti norme sul diritto d'autore e di salvaguardia del materiale. Il servizio di fotocopiatura è compito degli addetti alla biblioteca. Solo in caso di guasto della fotocopiatrice in dotazione alla biblioteca, l'utente - lasciando un proprio documento d'identità agli addetti della biblioteca - può provvedere all'esterno alla fotocopiatura, impegnandosi a rispettare le normative vigenti. A tale proposito si precisa che la Biblioteca non è in alcun modo responsabile di eventuali violazioni di legge compiute dall'utente. La fotocopiatura autonoma deve comunque avvenire entro l'orario di apertura della biblioteca in modo che il materiale rientri in sede entro l'ora di chiusura del servizio. Le tesi di laurea sono escluse dalla riproduzione fotostatica. 7. Monitoraggio e valutazione del servizio: Ad ogni utente della Biblioteca viene distribuito un questionario per la raccolta di dati statistici quantitativi, che vengono elaborati annualmente allo scopo di fornire un quadro descrittivo dell'utenza e delle sue richieste. Una volta all'anno, per un periodo di due/tre mesi, viene inoltre distribuito un questionario per la raccolta di dati qualitativi, allo scopo di valutare il servizio e progettare eventuali sviluppi sulla base delle necessità espresse dall'utenza. Il Regolamento deve essere esposto o comunque messo a disposizione degli utenti della Biblioteca.